Ultim'ora

AVELLINO – Novantenne muore: lascia un’eredità da un milione di euro al suo cane

Avellino – Novantenne passa a miglio vita e lascia il suo patrimonio ad un cane. E’ la storia di pasquale Rizzo, di origini avellinesi, che venti giorni fa è deceduto. Non aveva nessuno, se non il suo cane Tor, un meticcio dal pelo bianco diventato erede di un milione di euro. L’anziano signore possedeva due unità immobiliari e due conti correnti, uno postale e uno bancario presso la BNL e godeva anche di entrate pensionistiche quale ex funzionario delle Ferrovie dello Stato. Pasquale Rizzo, ha spiegato molto bene il motivo di questo suo gesto: quattro anni fa il cane gli ha salvato la vita. Rizzo aveva avuto un malore in casa, il cane, ha abbaiato così tanto da richiamare l’attenzione dei vicini che prontamente hanno chiamato i soccorsi. Rizzo, però, ha dovuto fare i conti con la burocrazia italiana che non consente di lasciare eredità agli animali domestici. Lo studio legale di Andrea Ferrari però, ha aggirato il problema con un testamento olografo con nomina di esecutore testamentario, un amico dell’uomo, che avrà dunque il compito di vigilare sull’adempimento dell’onere. Tor, dunque, sarà un cane milionario.

© Paesenews.it Tutti i diritti sono riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. Le pubblicita' sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    SAN FELICE A CANCELLO – Donna trovata morta in strada nella frazione Cave

    SAN FELICE A CANCELLO – Donna sessantenne trovata morta nella frazione Cave in via Fontanelle. …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

    Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoroSiamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.