Ultim'ora

ALIFE – Processo Sansone, Accarino non si presente in aula. Il giudice ordina ai carabinieri: portatelo qui

ALIFE – Il testimne Claudio Accarino neanche oggi si è presentato in aula. Doveva testimoniare nell’ambito del processo a carico di Pietro Sansone. Accarino era stato già assente altre volte. Così il giudice ha disposto, per la prossima udienza, l’accompagnamento coatto da parte dei carabinieri. Si tornerà in aula il prossimo mese di maggio  quando saranno ascoltati altri testimoni.  Una figura, quella di Sansone – difeso dall’avvocato Dario Mancino – che per quasi venti anni è stata praticamente rispettato e riverito da tutti: amministratori, politici e semplici cittadini. Davanti al suo ufficio c’era la fila, quasi ogni giorno. Ora, invece, sembra essere stato dimenticato di tutti. Pietro Sansone, ora in libertà, venne tratto in arresto oltre anno fa, per i reati di peculato e falso ideologico continuato in relazione a fatti commessi in Alife e Piedimonte Matese tra il 2007 e il 2010. Le indagini hanno preso inizio a seguito di notizie su presunte irregolarità amministrative e contabili perpetrate dal dirigente nell’esercizio delle sue funzioni.

© Paesenews.it Tutti i diritti sono riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. Le pubblicita' sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    VAIRANO PATENORA – XXIV Raduno Nazionale dell’associazione Carabinieri: presente la sezione della città

    Vairano Patenora – La sezione di Vairano Patenora dell’associazione nazionale Carabinieri, presieduta dal Ten. Francesco …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

    Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoroSiamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.