Ultim'ora

VAIRANO PATENORA – Sospensione del mercato settimanale: le precisazioni di Martone

Vairano Patenora – Riceviamo e pubblichiamo da Sinistra Italiana nella persona di Gianpiero Martone il seguente comunicato: “La dichiarazione del sindaco di Vairano, Dott. Cantelmo, pubblicata da Cronache di Caserta, in relazione alla dovuta sospensione temporanea del mercato settimanale della frazione Scalo, domenica prossima 22 aprile, obbliga a fare dovute precisazioni e invito a mantenersi nella dovuta legalità e civile rispetto del confronto politico e del Diritto Amministrativo e Sanitario. Fermo restando la lineare e coerente descrizione di quanto avvenuto da parte della corrispondente Valentina Pinelli, richiamiamo il dovere e l’obbligo della redazione del Corriere di pubblicare la presente precisazione, dal momento che l’integrale trascrizione di quanto dichiarato dal sindaco Cantelmo contiene elementi offensivi, falsi e di istigazione all’odio e alla possibile violenza, fatti dal medesimo primo cittadino.

Vero è che vi è stato un esposto del sottoscritto all’ASL, alla Provincia e al Prefetto, per la grave e inquinante situazione in cui si svolge il mercato e non è la prima;è la seconda e in precedenza il Comune fu costretto a installare dei servizi igienici ambulanti poi scomparsi, dopo una identica sospensione temporanea. Vero è che il sottoscritto è continuamente coinvolto nelle proteste e lamentele dei cittadini,residenti nell’area mercato, per le sporcizie che sono costretti a subire, oltre alla condizione di disastro del sistema idrogeologico per l’occultamento dei canali naturali dei fondi agricoli adiacenti, che non riescono più a far defluire le acque nell’affluente rio Patenara del rio Frattelle. Altrettanto vera è la protesta di tanti cittadini di via Risorgimento oltre quelli della vicina Pietravairano che non riescono a transitare nel collegamento diretto Vairano – Pietravairano data la chiusura della strada provinciale.

In proposito va in primo luogo chiarito, mettendolo definitivamente in memoria, che il sottoscritto ha fatto l’esposto richiamato a nome e in rappresentanza della Sinistra Unita di Vairano e dell’interesse collettivo di tutti i cittadini vairanesi; in precedenza identico esposto fu fatto nella veste di consigliere comunale in carica. Si considera del tutto grave,infamante e istigante alla violenza l’affermazione del sindaco che giudica inutili lamentele i ricorsi e le proteste dei cittadini; se obbligatoriamente è stato costretto a fare una nuova sospensione è evidente la fondatezza della diffida notificata dagli organi ASL preposti ed è veramente ridicola l’immagine di un sindaco che a volte va raccogliendo residui abbandonati nelle strade e poi definire lamentele inutili quanto lamentato dai cittadini. Giudichiamo del tutto e, d’altra parte, molto sospettosa la dichiarazione del sindaco per la quale il mercato è “occasione di affari” a cui non si può rinunciare; AFFARI DI CHI? Ce lo spieghi e lo spieghi a tutta la Comunità vairanese.

Cogliamo di nuovo l’occasione per sottolineare al dott. Cantelmo che se ci sarà una responsabilità per il possibile annullamento di quel mercato questa sarà solo la sua e della propria amministrazione, poiché nelle condizioni in cui si continua a mantenere, presto o tardi le Autorità superiori saranno costrette a chiuderlo;scuse e provocazioni inutili sono le evidenziazioni circa la spesa superiore che il comune dovrà sostenere per l’affitto dei bagni mobili, nascondendosi le spese aggiuntive che il comune ha dovuto affrontare per la pulizia straordinaria della ditta incaricata, oltre il mancato incasso del tributo TARI e l’approssimata conoscenza e controllo di tutte le ditte ambulanti con legale assegnazione dello spazio. Sindaco e Amministrazione non ricordano, o fanno finta, che vi è una precisa relazione del comandante pro tempore dei Vigili, Cortellessa, che fa una puntuale denuncia della illegalità con cui si svolgeva e si svolge il mercato, inviata per conoscenza anche alla Procura; che addirittura il corpo delle guardie ambientali di Vairano si è disimpegnato dal controllo del mercato, per non essere coinvolto in rischi di violenza aggressiva, giudicati molto possibili.

Cogliamo ancora l’occasione per ricordare al sindaco che vi sono Leggi nazionali e regionali per lo svolgimento dei mercati, che bisogna rispettare, oltre le nuove Norme Comunitarie che obbligheranno ad aprire il bando per le assegnazioni degli spazi, aperto anche a ditte europee; che la delibera del 2004 spostò il mercato dalla piazza all’area Marzanello-Vairano Scalo temporaneamente e sono passati ben 14 anni senza provvedere a nulla; nonostante le nostre continue insistenze ed esposti sono passati adesso sei anni all’interno dei 14 dove questa amministrazione non ha prodotto assolutamente nulla, anzi ha avuto il barbaro coraggio irresponsabile di perdere oltre mezzo milione di contributo regionale per la realizzazione dell’area parcheggio/mercato per concludere una volta e per sempre questa situazione vergognosa in cui versa il mercato Domenicale.

FATTI MOLTO GRAVI CHE NON CI FANNO ASTENERE DAL DISGUSTOSO SOSPETTO CHE ALLA BASE DI QUESTI INCOMPRENSIBILI COMPORTAMENTI VI SIANO INTERESSI PRIVATI E CLIENTELARI E CI SENTIREMO COSTRETTI AD ATTIVARE L’AUTORITA’ GIUDIZIARIA”.

©Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    Sparanise – Maestra svenuta a scuola, Merola: il Paese e la scuola hanno fatto una brutta figura

    Sparanise – Alunni spostati da una classe all’altra come pacchi postali, genitori inviperiti, maestre svenute. …

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

    Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.