Ultim'ora

Vairano Patenora – La V Liceo Classico impegnata in un Progetto con la Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce di Roma

Vairano Patenora –  Il Liceo Statale “Leonardo da Vinci” di Vairano Patenora Scalo (CE) è stato antesignano nel rilancio del filone di studio attualmente in ripresa sulle figure di Scipione ed Annibale ed anche primo in Italia nella collaborazione con una Università Pontificia. La classe V Alpha – Indirizzo Classico – è giunta, infatti, alla fase conclusiva di un Progetto che già ha visto gli alunni protagonisti di tre momenti cruciali – una Giornata di studio e due incontri con un Docente universitario di Etica applicata. Il progetto ha dimostrato come una classe possa farsi squadra, cooperando attivamente nella costruzione di un percorso articolato di apprendimento, reso possibile dalla disponibilità della dirigente, prof.ssa Erminia Cortellessa, ad accogliere iniziative innovative e supportare la crescita culturale e umana degli studenti e dall’impegno delle Docenti Adele Palumbo, referente del Progetto, Angela Carcaiso ed Ester Fascitiello.  Il Progetto, denominato ANNIBALE E SCIPIONE – Strategie linguistiche, militari, umane, è stato ispirato dal libro Annibale e gli elefanti del Prof. J. A. Mercado, della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce di Roma. Il libro ben esemplifica l’applicazione della metodologia dei Casi di studio a casi concreti e storici ed ha permesso alla classe di affrontare questa nuova sfida formativa, sia presso la sede del Liceo, il giorno 8 Novembre, che a Roma nelle aule della Facoltà di Filosofia. Il Caso di studio è infatti un metodo di ragionamento etico: il giudizio viene formulato attraverso il ragionamento analogico, a partire da casi concreti (storici) che servono da modello per la soluzione di situazioni diverse ma riconducibili ad essi. Propedeutica alle due attività laboratoriali è stata una Giornata di studio, organizzata dagli alunni, per approfondire lo scenario storico scelto (alcuni eventi della II Guerra Punica) a partire dalle fonti letterarie greche e latine (in particolare Polibio e poi Livio del quale ricorre il bimillenario della morte).
L’iter progettuale è stato ispirato, come si è detto, dalla lettura del libro “Annibale e gli elefanti”. Perché riparlare di simili storie? Come suggerisce l’autore, le grandi personalità del passato, da un lato, sono un modello e motivo d’ispirazione ma, dall’altro, appaiono come figure troppo lontane dalla nostra realtà, sia per quel che concerne la posizione o le capacità personali che per le condizioni sociali. Il titolo dell’opera volume si riferisce alla portata delle sfide – cioè affrontare gli elefanti – e alla nostra capacità di superare noi stessi di fronte a tali obiettivi. Quindi, la riproposizione delle imprese di Annibale e Scipione, nella Giornata di studio, non è stata semplicemente la “vetrina di una grandezza che debba semplicemente essere ammirata”, e neppure “uno studio sulla leadership dei potenti o delle personalità singolari”, ma è stata adottata come spunto e sprone a riflettere, attraverso i due Casi di studio, “su una capacità comune a tutti, cioè la virtù della prudenza, e su alcune delle sue relazioni con le nostre abilità conoscitive ed emozionali”, anche analizzando passi scelti sulla phronesis (prudenza/saggezza) di Aristotele.
Lo studio di fatti come questi in una prospettiva filosofica sarebbe sterile se non ci portasse a rivedere le nostre priorità nel contesto personale di oggi. Aristotele rimproverava a Platone che non studiamo Etica per sapere cosa sia il bene ma per essere buoni. La contemplazione dei principi etici alla luce di alcune storie particolari sarebbe riduttiva se non volesse porsi come stimolo a migliorare”.
Momento conclusivo di tutto il Progetto sarà un Cineforum che costituirà l’occasione per un dibattito su un altro caso di studio presentato dal Docente nel suo testo e per l’esecuzione di “Amazing Grace”, eseguita da un’alunna della classe accompagnata da alcuni studenti dell’indirizzo Musicale.

© Paesenews.it Tutti i diritti sono riservati . Riproduzione vietata di ogni contenuto salvo diversa autorizzazione della redazione del nostro portale. Le pubblicita' sotto forma di banner sono sponsorizzate.
Condividi questo articolo:

    Guarda anche

    TEANO – Un 34enne stroncato nel sonno, la città piange Pino

    Stampa ArticoloTEANO – Un malore improvviso ha stroncato la giovane vita di Giuseppe Salvati. Intorno ...

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Protezione anti-spam Digita il numero che vedi: Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.